Supersapiens.it
  Giuseppe Pignatale  Presenta:
   Ambiente:
L'INQUINAMENTO NUCLEARE.

Spesso parlando d'inquinamento si evidenziano le cause e spesso si trascura quello prodotto dalle scorie nucleari o radioattive, che possono essere causa di tumori, leucemia,......

 
Google
 
Web www.supersapiens.it

Mister Domain
 

Sopra: gli impianti nucleari di Sellafield, Regno Unito situati sulla costa del mare d'Irlanda nella contea di Cumbria in Inghilterra.

LA CENTRALE NUCLEARE DI SELLAFIELD.
Sellafield è il nome di un sito nucleare britannico situato sulla costa del mare d'Irlanda nella contea di Cumbria in Inghilterra. Ospita sia un impianto di ritrattamento del combustibile nucleare irraggiato di proprietà di BNFL che la ex centrale elettronucleare di Calder Hall, dotata di un reattore di tipo Magnox e che fu il primo impianto commerciale di produzione elettronucleare al mondo.

Il reattore di Calder Hall è stato chiuso nel 2003. L'autorità britannica per il decommissioning ritiene che sarà possibile smantellarlo per il 2115, cioè dopo 160 anni dall'inaugurazione. In alternativa è stato studiato un piano (con orizzonte temporale di 100 anni) per mantenere l'impianto, trasformandolo in una "attrazione turistica di valore storico".

LE VARIE FORME DI INQUINAMENTO.
Spesso si parla gli effetti nefasti dell'inquinamento: surriscaldamento del pianeta (dovuta alla forte emissione di CO2), di benzene e polveri sottili, il pazzesco inquinamento dovuto agli scarichi industriali nei fiumi, che prima riducono e compromettono la vita in essi con molti pesci morti e galleggianti a pelo d'acqua ed infine l'inquinamento dei mari in cui si versano i fiumi. L'inquinamento decennale continuativo dei mari è poi causa di malattie gravi per l'uomo, soprattutto per quei paesi come il Giappone la cui cucina si basa in particolare sul pescato. In effetti soprattutto in Giappone vi è una forte richiesta di tonno che sta mettendo a rischio la specie.

A questa situazione di forte inquinamento ambientale e sfruttamento di tutte le risorse del pianeta, comprese quelle marine - che dovrebbero essere usate come riserva per non fare la stessa fine dei Polinesiani dell'Isola di Pasqua si aggiunge l'inquinamento non meno grave delle scorie radioattive,

Le scorie radioattive sono di due tipo di bassa e media radioattività ( prodotti sanitari, prove non distruttive sui materiali, guanti, rubinetti,..) e ad alta radioattività prodotti dal reattore nucleare normalmente contenuti in centrale.
E sono soprattutto le scorie uno dei problemi del nucleare: esse si neutralizzano solo dopo moltissimi secoli e sono causa sicura di malattie mortali per l'uomo come tumori e leucemie anche dopo molti anni.

Notizie prese da "Presa Diretta" del 19 settembre 2010 che ha parlato delle scorie radio- attive nei vari paesi d'Europa come la Francia, l'Inghilterra e la Germania.
In Germania,in Sassonia, sembra che la presenza della centrale nuleare sia causa di aumento di mortalità infantile tra gli 1 e 4 anni e che da un suo "tubo di scarico" fuoriescano delle palline contenente materiale radioattivo: queste palline, finiscono hegli orti e assorbiti dalle piante e poi dall'uomo. Per questi motivi molti abitanti tedeschi, vorrebbero la chiusura degli impianti nucleari. In Inghilterra, centrale di Sellafield, le cose vanno peggio. Anche qui sembra che sono causa di malattie come la leucemia. Infatti qui vengono trattate e conservate le scorie esaurite di molti paesi d'Europa, compresa l'Italia, per ottenere 1%


 Torna alla HomeBase

d'uranio. Le scorie trattate con composti chimici, producono molti prodotti liquidi che poi vengono riversati in parte nel fiume e quindi in mare con lo scopo di espanderli sull'intera superfice terrestre mantenendo bassa la radioattività: a causa delle correnti marine i pro- dotti nucleari versati, e in particolare il plutonio, vengono riversati sulla spiaggia. In questo modo si aumenta la radioattività sulla spiaggia, con l'aumento negli anni dello spessore del plutonio su di essa: scavando con una zappa si va a misurare con un misuratore di radioattività geiger che risulta molto elevata. Il guaio è che molti ignori del pericolo vanno a raccogliere delle piante, simili agli asparagi, ricchi di plutonio, o a giocare i figli sulla "bella e salutare" sabbia!
In questi paesi per ridurre i disturbi utilizzano dei medicinali ma viene da chiedersi servono realmente? "Certamente no!"

L'ALTERNATIVA AL NUCLEARE.
Resta comunque da sottolineare che in qualsiasi civiltà per potersi sviluppare ha bisogno di una FORZA MOTRICE. Nelle civiltà antiche in particolare, e fino al secolo scorso, 1865, con la fine della Guerra di Secessione Americana, essa era rappresentata in misura via via decrescente dagli schiavi. Uno schiavo in buone condizioni, nel mondo romano poteva fornire una potenza di 236 watt! Oggi una simile potenza ci fa ridere, pensando alla potenza richiesta dai nostri elettrodomestici come i forni elettrici, lavatrici, lavastoviglie, ferri da stiro,..... . E allora. Non ci sarebbe risoluzione e quindi dovremmo accettare il nucleare. Nemmeno per sogno. L'alternativa c'è. La richiesta di energia ci viene ridotta con lo svilupparsi della tecnologia: basta pensare alle lampade a risparmio energetico, ai nuovi televisori a led, ai nuovi frigoriferi con classe alta, ..... .
A questo si devono aggiungere le "giuste scelte", la riduzione degli spechi, grandi programmi di sviluppo e leggi adeguate, il Capitalismo sociale e la Volontà popolare ad essere produttivi come riportato nelle seguenti pagine html del sito:
http://www.supersapiens.it/sviluppoglobale/incrementoenergiaelettrica.html     (pannelli solari condominiali per ottenere subito posti di lavoro e energia pulita senza scorie)

http://www.supersapiens.it/sviluppoglobale/alternativa_nucleare.html    (per la produzione di energia pulita)
e per il rispetto dell'ambiente cliccare qui.